Link zum Teilen: https://hanglberger-manfred.de/it-eucharistie-feier-des-neuen-bundes.htm

 

HOME

 

L'Eucaristia:

Un rito di sacrificio ed espiazione o la “celebrazione della Nuova Alleanza”?

 

La celebrazione eucaristica ha sperimentato molto presto un deperimento, perché l'evangelista Matteo ha aggiunto una clausola subordinata alle parole dell'istituzione di Gesù nell'Ultima Cena : "Sangue... versato per il perdono dei peccati“.
 Questa frase non compare nelle antiche tradizioni delle parole di istituzione di Gesù da Paolo e Marco .
 Quest'ultima aggiunta caratterizza ora l'intera celebrazione eucaristica e la comprensione della salvezza in essa affrontata .
(>>>  Perché l'Eucaristia è stata ridotta a un rito di perdono della colpa?)

 

L'essere umano è visto principalmente in termini di peccaminosità e colpa e il suo bisogno di redenzione è quasi esclusivamente correlato a questo .

Ma il centro originario delle parole di Gesù nella Cena del Signore, cioè la celebrazione della "Nuova Alleanza", annunciata dal profeta Geremia (Ger 31,33s), difficilmente si trova nella celebrazione eucaristica con i suoi contenuti concreti.
La “Nuova Alleanza” può essere vista nel messaggio e nella vita di Gesù; ci viene offerto nella sua morte e nella sua risurrezione e trova la sua realizzazione rituale nella celebrazione della Cena del Signore.

 

I responsabili della Chiesa dovrebbero realizzare i contenuti della "Nuova Alleanza", che Gesù ha stabilito con gli apostoli nell'Ultima Cena, nei testi e nei riti dell'Eucaristia, nella catechesi e nella cura pastorale.

 

Il contenuto della "Nuova Alleanza" fu annunciato dal profeta Geremia, che visse in Israele dal 627 al 587 a.C. circa (Ger 31,33-34): Geremia 31,33-34

[33] Questa sarà l'alleanza che io concluderò con la casa di Israele dopo quei giorni, dice il Signore: Porrò la mia legge nel loro animo, la scriverò sul loro cuore. Allora io sarò il loro Dio ed essi il mio popolo.

[34] Non dovranno più istruirsi gli uni gli altri, dicendo: Riconoscete il Signore, perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande, dice il Signore; poiché io perdonerò la loro iniquità e non mi ricorderò più del loro peccato".

Esempi dal messaggio e dalla vita di Gesù, in cui possiamo vedere realizzati i contenuti della "Nuova Alleanza":

 

-    ““Perché non riuscite ad interpretare i segni di questo tempo? (Lc 12,56b)
„Warum könnt ihr die Zeichen dieser Zeit nicht deuten?“ (Lk 12,56b)

-     "È dato a voi di conoscere i misteri del regno dei cieli. (Mt 13,11)
„Euch ist es gegeben, die Geheimnisse des Himmelreiches zu erkennen“ (Mt 13,11)

-     „Ma voi non fatevi chiamare "rabbì", perché uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli.
E non chiamate nessuno "padre" sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo.
E non fatevi chiamare "maestri", perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo.“
Mt 23,8-10)
„Ihr sollt euch nicht Rabbi … , Vater … , Lehrer nennen lassen“ (Mt 23,8-10)

-      Le storie di parabole di Gesù sono inviti a percepire e comprendere la vita in modo indipendente.

-      Le parole "obbedienza" e "obbedire" non sono mai usate da Gesù per riferirsi all‘uomo.

 

Se dispieghiamo i contenuti della "Nuova Alleanza" nella Santa Messa, la celebrazione eucaristica diventa una "celebrazione della Nuova Alleanza". Ciò significherebbe che nella celebrazione eucaristica dovremmo soprattutto affrontare i seguenti contenuti:

-      la coscienza umana e la formazione della coscienza,

-      la dignità dell'essere umano e uno stile di vita corrispondente a questa dignità,

-      la capacità di conoscere Dio, cosa che deve anche essere vista come un compito, e le vie per conoscere Dio,

-      come impariamo a percepire in noi stessi l'opera dello Spirito di Dio,

-      la comprensione e la pratica dell'autorità come è visibile in Gesù,

-      il superamento di ogni tutela, controllo, inabilitazione e oppressione,

-    

 

Va ricordato che il perdono dei peccati da parte di Dio nella promessa della "Nuova Alleanza" in Geremia non richiede alcun sacrificio di sangue o espiazione.

Bisogna anche considerare di comprendere la morte di Gesù sulla croce come conseguenza della sua vita, in cui ha realizzato la "Nuova Alleanza" attraverso il suo comportamento e il suo messaggio.

Così diventerebbe chiaro che la sua vita, la sua morte sulla croce, la sua risurrezione e il rito della Cena del Signore sono legati al contenuto della "Nuova Alleanza".

 

 

La celebrazione della "Nuova Alleanza" richiede l'aggiunta della "Alleanza di Noè":

 

I discepoli di Gesù, che hanno celebrato con lui l'Ultima Cena, erano nella tradizione fedele dell'Antico Testamento e quindi anche nella tradizione dell'alleanza non annullata di Dio con tutti gli esseri viventi, il "Patto di Noè":

"Quanto a me, ecco io stabilisco la mia alleanza con voi e con i vostri discendenti dopo di voi; e
con tutti gli esseri viventi che sono con voi, con gli uccelli, con il bestiame e con tutti gli animali selvatici della terra.(Genesi 9,9-10)
(„Siehe, ich richte meinen Bund auf mit euch und mit euren Nachkommen nach euch und mit allen Lebewesen bei euch, mit den Vögeln, dem Vieh und allen Wildtieren der Erde bei euch“. (Gen 9,9-10) )

La consapevolezza di questa tradizione ebraica del legame con la creazione, in cui si trovavano anche Gesù e i suoi discepoli, è stata in gran parte persa nella chiesa. Di fronte all'enorme minaccia ecologico dell'umanità e dell'intera comunità della natura sulla nostra terra, sarebbe urgentemente necessario integrare questa tradizione spirituale nelle preghiere, nei canti e nei riti dell'Eucaristia.

Sarebbe anche utile in questa faccenda comprendere i doni del pane e del vino sull'altare come rappresentazione della creazione e di esprimerlo nelle preghiere: >>>

Suggerimenti per la preghiera per "l’unione con la creazione" - dal punto di vista della fede di "Laudato si“ >>>

 

Pane e vino nella preparazione dei doni: creazione e incarnazione
Quando papa Benedetto insegnava ancora come professore Josef Ratzinger all'università di Ratisbona, ha sottolineato nel suo corso che nella celebrazione eucaristica le offerte di pane e vino sull'altare rappresentano la creazione. Al riguardo di questa rappresentazione della creazione, Gesù dice: “Questo è il mio corpo, questo è il mio sangue“.
Con questo punto di vista di Ratzinger tutta la creazione viene inclusa nell'evento di Cristo, e con essa anche il mistero della fede dell'incarnazione è reso presente nella celebrazione eucaristica. (Informazioni più dettagliate
>>> )
Gli aspetti teologici della creazione e dell'incarnazione dovrebbero essere meglio affrontati nella celebrazione dell'Eucaristia!

 

Comprendere il bisogno di redenzione e di salvezza in „Redemptor hominis“ (RH):
Anche l'attuazione della comprensione del bisogno di redenzione dell'uomo e la comprensione della redenzione nella lettera enciclica RH di Papa Giovanni Paolo II (1979) non ha ancora trovato la sua strada nella realizzazione della celebrazione eucaristica.:
(Testo originale di RH, cap 10: >>> )

Necessità di redenzione in RH:

L'uomo è per sé stesso un essere incomprensibile.
La sua vita sembra inutile.
Egli sperimenta in sé l‘irrequietezza e l'insicurezza, la debolezza, la peccaminosità e la morte.

L'esperienza della salvezza in RH:
L'esperienza e la conoscenza di essere amati completamente attraverso la rivelazione di Gesù Cristo.
Attraverso questo l'uomo sperimenta un profondo stupore per il valore e la dignità dell'essere umano.

„Necessità di Redenzione" e "Salvezza" attraverso la Fede Cristiana
sullo sfondo delle scoperte scientifiche dell'evoluzione della vita e delle scienze umane del nostro tempo: >>>

 

Manfred Hanglberger (www.hanglberger-manfred.de )

 

Traduzione: Ingeborg Schmutte

 

Link zum Teilen: https://hanglberger-manfred.de/it-eucharistie-feier-des-neuen-bundes.htm

 

>>> Ulteriori testi in italiano

 

>>> L'uomo è più misericordioso di Dio?

>>> „Preghiere empie" alla Santa Messa?

>>> L’Eucaristia – La distruzione di Gerusalemme ha cambiato l’immagine di Dio

>>> Trasformazione del pane e del vino nel corpo e nel sangue di Gesù

>>> Dieci passi per una fede contemporanea e una riforma della Chiesa

>>> Gottes Barmherzigkeit und Gerechtigkeit
HOME